Dalla Georgia con solidarietà

Sta per uscire una nuova interessante pubblicazione: “Ogni giorno in più – Il volto della Georgia contemporanea”, volume fotografico di 256 pagine ad opera di Emanuela Marenz, con testi in italiano e georgiano.
Prefazione a cura di Giuseppe Brugnoli.
L’opera ha il patrocinio della Caritas e dell’European Culture Foundation. Presto arriveranno gli inviti alla presentazione!

“Il Sire” al Calmiere

Venerdì 18 gennaio, è stato presentato all’associazione Il Calmiere il libro “Il Sire, semel in anno licet insanire” di Enrico Marchi.

Oltre all’autore, erano presenti Mons. Ballarini, abate di San Zeno, e gli avvocati Paolo Paparelli e Guariente Guarienti.

Ecco la recensione di Elena Cardinali su L’Arena

Il Sire

Il Papà del Gnoco è una delle più antiche maschere d’Europa.

Per poter indossare i panni di questo “Re” delle maschere nel Bacanal del Gnoco, ovvero il Carnevale veronese, occorre sottoporsi a una trafila lunga e complessa, che passa per una campagna elettorale, elezioni popolari, e così via.

Enrico Marchi, ex Papà del Gnoco, racconta la sua storia personale, rievocando i momenti tipici

di preparazione e di realizzazione del Carnevale, tra aneddoti e riflessioni.

Nella seconda parte del libro, l’autore tratteggia le origini e la storia dell’antica manifestazione scaligera e delle principali maschere cittadine.

Il Papà de Gnoco, o Sire del Carnevale cittadino, è una figura amata per la sua bontà e generosità, testimoniata nelle sue visite benefiche nelle case per gli anziani, nelle scuole dei bambini, nei centri per i disabili e gli sfortunati. Come ci ricorda un detto della sapienza rabbinica ebraica: è saggio non chi sa più cose di altri, ma chi è pronto e disponibile a imparare da ognuno qualcosa di nuovo”. Penso che vivere l’esperienza di Sire, possa dare ragione a questo modo di concepire la saggezza umana. E sono certo che chi legge troverà briciole di saggezza con cui arricchirsi in queste pagine, in un momento storico di degrado, di banalità, di volgarità, di vuoto di valori.

è questo il mio auspicio per ogni lettore”. Mons. Giovanni Ballarini

Addio 2012

L’inizio di un anno nuovo è un’ottima occasione per fare un bilancio di quello appena trascorso.
Per quello che ci riguarda, possiamo dire che, stante la situazione generale oggettivamente non favorevole, le operazioni di comunicazione nelle quali ci siamo impegnati ci hanno dato parecchie soddisfazioni. A riprova, se ce ne fosse bisogno, che le idee e la creatività fanno sempre la differenza.
Vorremo ricordare alcune realizzazioni dell’anno appena terminato, suddivise secondo le principali direttrici di servizi della Delmiglio Comunicazione.

Comunicazione ed eventi
A darci maggiori soddisfazioni sono state quelle attività nelle quali occorreva creare un valore aggiunto a una realtà importante ma non ancora sufficientemente valorizzata, favorendone la desiderabilità e la popolarità. Potremmo coniare un neologismo e definire queste azioni, articolate e variegate, con il termine “Dream building”.
In questo ambito, spicca quest’anno l’ideazione e la concretizzazione del “Capél de Napoleon”, il piatto tipico di San Martino Buon Albergo.
Creato due anni fa, questo “sogno” gastronomico ha iniziato a catalizzare l’interesse del pubblico, degli appassionati di gastronomia e dei visitatori, oltre ad una inedita sinergia tra operatori del settore ricettivo.
Grazie alla lungimiranza e all’attività dell’amministrazione del paese, in primis del sindaco Valerio Avesani, che ci ha dato fiducia in tempi nei quali era difficile persino spiegare le finalità di un simile progetto, in due anni abbiamo dato vita al piatto tipico, che ora è brevettato e proprietà del paese.
Attorno al prodotto, abbiamo realizzato due manifestazioni culinarie di grande prestigio, con ampio coinvolgimento popolare, tanto che un’azienda ha chiesto in concessione il marchio e la forma del “Capél de Napoleon” per produrlo industrialmente. Tale è stato il successo dell’iniziativa, che il particolare tortello è stato richiesto persino da due ristoranti parigini, per non parlare del riscontro su stampa e tv che ha polarizzato l’interesse di visitatori provenienti da molte province.

guarda il video

Grafica
Per quanto riguarda il design grafico, è particolarmente interessante il lavoro svolto per la manifestazione “Il Rinascimento di Colle”. Il nostro contributo alla bella iniziativa del Cers Italia, svoltasi a Colle di Val d’Elsa, è iniziato con il disegno del logo della manifestazione, realizzato nella precedente edizione, e nello sviluppo di manifesti, locandine, inserti in periodici, pubblicità, tessere e depliant.


Impaginazione

Il più recente lavoro di grafica e impaginazione nel quale ci siamo impegnati è la realizzazione della nuova edizione del catalogo Musola Metalli. Progetto complesso, nel quale, grazie ai colori, alla grafica e alla rubrica tura, abbiamo caratterizzato i diversi prodotti commercializzati dall’azienda, rendendo fruibile l’offerta e il corredo tecnico dei materiali in modo semplice e funzionale.

Grafica editoriale
Piccola eccezione per parlare di due realizzazioni interessanti. Per primo un libro dedicato allo scultore Salazzari, noto per aver creato le statue equestri del ponte della Vittoria a Verona. Il volume commemorativo è stato voluto e prodotto da Stevan Elevatori, per accompagnare una mostra d’arte in azienda, in occasione del cinquantenario dalla fondazione.

E poi una serie di dieci deliziosi libretti illustrati prodotti dall’associazione Il Cigno. Si tratta di storielle scritte specificatamente per aiutare i bambini con problemi di DSA.

 

E per il 2013?

Ci aspettano altre idee, altre creazioni, altre interessanti collaborazioni.

Con voi, naturalmente!

Felice e prospero 2013!