Carmilla e le altre

Ispirati dalla più bella e trasgressiva di tutte le storie di vampiri”, ventisei scrittori (ventotto, in realtà, dato che alcuni racconti sono scritti a quattro mani) si sono cimentati nel dar vita a ventisei storie, secondo il proprio stile e le proprie inclinazioni naturali.

Carmilla… – scrive Valerio Evangelisti nella sua prefazione – allude più volte alla natura selvaggia e non contrastabile dei propri istinti, che sazia eccitando gli istinti altrui. Ruba il sangue per riempire di vita la propria morte, perpetua la lussuria sua e di altri, cerca, più che anime dannate, compagne di giochi, seppur defunte, che la salvino dal peso dell’ombra”.

Il vascello fantasma

L’antologia contiene i racconti finalisti al concorso Emilio Salgari Short Stories, edizione 2013

La letteratura d’avventura ha un imperativo fondamentale: far sognare i lettori. È questo il fascino delle avventure narrate da Emilio Salgari, e i quattordici racconti contenuti in questa antologia si inseriscono a pieno titolo nella tradizione salgariana. Rappresentano originali interpretazioni di alcuni temi fondamentali della letteratura d’avventura, dal vascello fantasma ai viaggi nel tempo. Ma soprattutto li unisce il piacere di narrare storie, di creare mondi immaginari nei quali far vivere il lettore.

Alfredo Colitto

Leggete, sì leggete queste storie brevi. Ritroverete, come per incantamento, lo spirito del Padre degli Eroi: il suo senso dell’avventura, la sua forza vitale, la sua fantasia senza barriere e senza confini. Emilio Salgari continua a guidare, con il suo cipiglio e il suo ardore, una ciurma di guerrieri della penna, capaci e valorosi. Questo è il miracolo del Capitano: sfidare le leggi del tempo e dello spazio, la malinconia dell’oblio. Emilio Salgari vive: e possiede, oggi, gli occhi e il cuore di giovani narratori.

Darwin Pastorin

… Questa la sensazione che ho provato nel leggere i racconti del concorso: risuonavano dell’urlo di onde alte come montagne, del sibilo di serpenti letali come lame di kriss malesi, di paludi insidiose come gli occhi di un rajah subdolo e malvagio.

La lettura dei lavori concorrenti mi ha accompagnato per giorni, inducendomi spesso a ritornare sui miei passi per imprimere nella mente passaggi nella scrittura o nelle azioni che denotano grande capacità descrittiva. Altro che concorso! La maggior parte dei racconti sembra scritta da penne sottili, da marinai provetti, da avventurieri catturati dall’incertezza del viaggio.

E così mi sono ritrovato sulla tolda della nave in buona compagnia, a bere torcibudella improponibile come un fratello della filibusta e a osservare ammaliato le stelle perché solo quel cielo terso e sconfinato poteva ricondurmi verso un porto sicuro. Sapevo che una cosa accomunava me e tutti gli autori che hanno voluto cimentarsi per ricordare un campione: l’amore per il mare, per l’avventura e per Emilio Salgari.

Marco Buticchi

Tuti i mati i fa i ‘so ati

Dino da Sandrà, conosciutissima maschera web veronese, si inserisce a pieno titolo nella tradizione dei “Veronesi tuti mati” che passa da Bertoldo a Tommaso da Vico, col suo Bacanal, per arrivare fino al Torototela e ai giorni nostri.

Un anno della nostra vita visto attraverso le lenti satiriche del Dino da Sandrà, per divertirsi, riflettere e ridere anche delle nostre miserie.

Un libro imperdibile, da leggere e rileggere, da regalare e rivedere in futuro per ricordare (speriamo con sollievo) i fatti e le vicissitudini della nostra storia recente.

Carmilla regina di Ognissanti

Nella magica serata di Ognissanti, l’irrinunciabile appuntamento del cartellone Veneto Mistero, che vede da anni collaborare la Feltrinelli e Delmiglio Editore, si è tinto di rosso sangue.

Anche quest’anno il pubblico ha mostrato di gradire la tradizionale kermesse partecipando numerosissimo all’evento.

Travestimenti, trucchi e macabra allegria hanno accompagnato la presentazione dell’antologia “Carmilla e le altre, ventisei racconti rispirati al vampiro al femminile” (Delmiglio Editore). Si tratta del volume numero 10 della collana “Quaderni Indaco” che l’editore dedica a racconti e romanzi di genere ambientati per lo più in Veneto.

Le narrazioni di questa antologia sono ispirate a Carmilla, di Joseph Sheridan Le Fanu, la “…più bella e trasgressiva di tutte le storie di vampiri”.

Carmilla, scrive nella sua prefazione, Valerio Evangelisti, a cui il libro è dedicato, è “…vampira adolescente esplicitamente lesbica, capace di risvegliare pruriti sessuali in quanti – maschi e femmine – leggano un secolo e mezzo dopo la sua storia. Vampira titolare di una quantità di trasposizioni cinematografiche inferiore per numero solo a quelle del tetro epigono Dracula, ricche di protagoniste molto più lussuriose e procaci del modello originale”.

Ogni autore ha interpretato a modo proprio il tema dell’essere femminile ambiguo e pericoloso, spesso con ambientazioni e personaggi tipicamente italiani, in un caleidoscopio di storie intriganti e originali.

La lettura curata dall’attrice e regista Giovanna Scardoni, ha incantato il pubblico che è corso a complimentarsi con lei al termine della presentazione. Gli interventi musicali di Andrea Perusi hanno sottolineato con originalità e pathos i vari passaggi di lettura, mentre la presenza inquietante delle vampire di Geller & Baba ha donato un’atmosfera da brivido alla serata.

Accanto alla postazione dell’attrice, erano presenti alcuni artisti di Cyrano Comics che hanno realizzato le illustrazioni ad ogni racconto contenuto nel libro. Giustamente applauditi, i disegnatori hanno donato alcune opere originali ai presenti.

Al termine, il Bistrot ha preparato ottimi aperitivi rosso sangue, dal classico Bloody Mary a interessanti creazioni di ispirazione ematica.

Ma ecco i nomi degli scrittori, i titoli dei racconti e gli autori delle illustrazioni ad essi dedicati:

Il ritorno di JayDanilo Arona – Illustrazione di Loren Carpitella

Oh, BonacordaMaria Silvia AvanzatoIllustrazione di Elia Diliso

Il risveglioAlexia Bianchini – Illustrazione di Loren Carpitella

Fontamori Giuliana BorghesaniIllustrazione di Loren Carpitella

Si firmava CarmillaCosma Brusco – Illustrazione di Miriam Ferrari

CamillaAgostino ContòIllustrazione di Aldo Tocci

Dal tramonto all’eternitàSimona CremoniniIllustrazione di Adelaide Lorenzetto

MatemacchineFilippo Della CasaIllustrazione di Miriam Ferrari

Come i morti che camminanoLuca DucceschiIllustrazione di Michele Avigo

Il gentile esilioPatrizia FerrandoIllustrazione di Elia Diliso

Milly Paolo GulisanoIllustrazione di Elia Diliso

L’unca cosa che mi è rimastaIrene IncaricoIllustrazione di Jacopo Bissoli

Il sorrisoAlessia MainardiIllustrazione di Hanieh Ghassabian

Un’ottima annataLuca MalagutiIllustrazione di Hanieh Ghassabian

Ribès e i licaoniAngelo MarenzanaIllustrazione di Hanieh Ghassabian

Della privazione e degli effetti che assenza di essa induce sulla progenie della notteEnrico Martini e Mauro RaboniIllustrazione di Nicola Bernardelli

La ragione di tutto e di nienteRossana MassaIllustrazione di Michele Avigo

Finanziamento azzardatoRosanna MutinelliIllustrazione di Emi Giovannini

Melanie Andrea Perusi BonerIllustrazione di Emi Giovannini

Il Ghost Radar Paola Rambaldi Illustrazione di Mario Zara

Vuoti Carmilli Vittorio Rioda Illustrazione di Nicola Bernardelli

Le sante Sabrina RizzoIllustrazione di Emiliano Mujelli

Carmilla buranaNicola RuffoIllustrazione di Mario Zara

Prima di partireFilippo TapparelliIllustrazione di Michele Perusi

CarmillaMartina TrevisanIllustrazione di Jacopo Bissoli

Il viaggio di ElektraSimone Turri e Daniela MeccaIllustrazione di Mario Zara

Guarda le foto dell’evento

Capitani vittoriosi!

La prima edizione del concorso Emilio Salgari Short Stories per racconti d’avventura e di genere, che si alterna negli anni dispari al più famoso Premio per romanzi d’avventura, è giunta al termine.

Dopo una prima fase di raccolta dei racconti partecipanti e dopo lo scrupoloso vaglio dei gruppi di lettori (Il Circolo dei Lettori di Verona, Le Accanite Lettrici e Preferisco leggere) la rosa di racconti finalisti è stata sottoposta alla giuria di esperti – composta da Marco Buticchi, Alfredo Colitto, Fabrizio Foni, Giulio Leoni, Margherita Forestan e Darwin Pastorin – che ha infine individuato i vincitori.

Il concorso, varato nell’ottobre 2012 nel contesto della manifestazione LibrarVerona, ha trovato la sua conclusione, dopo un iter lungo un anno, proprio nella prestigiosa manifestazione letteraria cittadina. La proclamazione dei vincitori è stata infatti celebrata nella Loggia di Fra’ Giocondo, nell’ambito di LibrarVerona 2013.

Alla cerimonia ha partecipato lo scrittore Alfredo Colitto, membro della giuria, accompagnato da Caludio Gallo, direttore della rivista Ilcorsaronero nonché coordinatore non votante, e dall’editore Emanuele Delmiglio.

Contestualmente, è stata presentata l’antologia “Il vascello fantasma” (Delmiglio Editore) che raccoglie le novelle finaliste assieme al racconto ispiratore di Emilio Salgari, con il contributo del team della rivista Inchiostro che ha curato l’editing.

L’attore Alberto Castelletti ha letto con grande maestria alcuni estratti dai racconti vincitori e l’autore della copertina del volume, Gianni Burato, è stato accolto da numerosi applausi.

Ed ecco infine i nomi dei vincitori, incoronati dalla giuria di qualità:

Primo premio a La maledizione delle AzzorrePaolo Da Ros

Secondo premio a Caccia allo spettroMatteo Affini

Terzo premio ex aequo a

I dannati della Saint GeorgeDario Pontuale

e

Nove barili vuoti Enrico Luigi Boni

Premio sezione speciale a

L’eterno vendemmiareMihaela Arion, Sofia Bazzani, Elisabetta Caceffo, Sara Gaspari, Valentina Melillo della classe 1A Liceo Messedaglia – Verona

Ricordiamo gli altri racconti finalisti con i rispettivi autori, in ordine alfabetico:

La spiaggia – Sandro Bordato

Onde di sangue – Marco Ischia

Tutta colpa del frate – Elena Paroli

Per antichi mari – Vittorio Rioda

Appunti di Charles Darwin sull’Olandese Volante – Stefano Francesco Ronconi

La leggenda del pirata Harlan e del suo vascello fantasma – Nicola Ruffo

Un sorso di fortuna – Susanna Terron

Una mappa per Joe Tramp – Elena Traina

L’ultimo viaggio dell’irlandese Danny – Simone Vesentini

Il concorso, patrocinato dalla Provincia e dal Comune di Verona, è stato organizzato dall’associazione Ilcorsaronero con l’associazione Vivi la Valpolicella, il Consorzio delle Proloco della Valpolicella, Excellence Club e Delmiglio Editore, con il sostegno di Tommasi Viticoltori e Fontanara.

Al termine della cerimonia, il concorso ha passato il testimone al Premio Salfari, che avrà il suo coronamento nel 2014.

Ecco le foto dell’evento