Il mio mitra è una chitarra

Questa è la storia dei Tempio Elettrico, una rock band, una famiglia, un manipolo di sei sopravvissuti che si amano e si odiano fin dagli anni delle medie.

Ciò che li unisce è la musica, l’unico linguaggio che conoscono per manifestare il proprio senso di inadeguatezza e di rifiuto verso una società vissuta sempre dal margine.

Poi c’è la droga, che scarnifica ogni sentimento fino all’osso, ma che in cambio offre rifugio dagli schiaffi della realtà, e l’orgoglio testardo che li spinge a opporsi alla sottile legge di sopraffazione che impera dalle periferie ai palazzi del potere. La volontà di combattere lo stato delle cose, cieco e decrepito, nell’unico modo per loro possibile: la resistenza urbana, che parla con mitra e bombe a mano.

 

Stefano Pisani, classe 1964, due passioni: libri e musica. Lavora in biblioteca; suona metal dal 1982 con gli storici Spitfire, e combat rock dal 1999 con gli Ex.

Ha pubblicato Nel silenzio – Cronache dalla città che dorme (Bonaccorso, 2009); il racconto Fino all’ultima goccia di sangue, in cui compaiono per la prima volta i protagonisti di questo libro, è stato pubblicato in 33 racconti rock (QuiEdit, 2014). Questo è il suo primo romanzo.

 

Alex Galbero si dedica sia al disegno che alla sceneggiatura. Nel campo fumettistico ha già realizzato illustrazioni per Delmiglio editore e per il volume The Locals di Cyrano Comics; ha una sua strip comica, L’incazzatoman, pubblicata quotidianamente su Facebook e raccolta in volume autoprodotto. Dal 2015 è membro dell’associazione culturale Cyrano Comics.

Il Giallo Sovrano

«Ho chiuso gli occhi e ho visto il Re in Giallo che attraversava la foresta».

È il 19 gennaio 2014 quando questa frase viene pronunciata nelle televisioni americane, come twist di sceneggiatura della puntata 1×02 della fortunata serie True Detective.

Quell’anno l’esausto mondo dell’intrattenimento riesuma un mito che è vissuto sottopelle per più di un secolo ed è stata la scintilla per miti ben più noti: un colore viene riportato alla luce. Ed è il colore della follia…

Lucius Etruscus

Un libro poliedrico e affascinante, con sedici storie ispirate al mito di Carcosa e al Re Giallo, impreziosito dalle illustrazioni degli artisti:

Luca Brazzoli, Giulia Cavanni, Micol Ceoletta, Marco Cristofori, Marco Dal Zen, Marialuisa Facci, Sara Faustini, Nausica Ferrarini, Alex Galbero, Enrico Leardini, Eleonora Lo Presti, Emiliano Mujelli, Aurora Olivati, Michele Perusi, Angelica Pallaoro,  Laura Putrino, Veronica Rossi.

Racconti di: Danilo Arona, Andrea Bruni, Paolo Campana, Simona Cremonini, Oskar Felix Drago, Sabina Guidotti, Arnaldo Liberati, Lucius Etruscus, Angelo Marenzana, Samuel Marolla, Enrico Nebbioso Martini, Roberto Masini, Gianluca Morozzi, Elena Paroli, Roberto Rossetti, Nicola Ruffo

NarrAgenda 2018

La storia vera di una paziente psichiatrica sfuggita alla lobotomia.

Un’Arancia fedifraga che tradisce il marito Mango con una Banana;

il marchese de Sade che unge di grasso un frustino di cuoio prima di abbatterlo sulle natiche dell’amante;

un tuffo in piscina che si trasforma in un’esperienza mistica;

il Bue e l’Asinello che telefonano all’ufficio reclami del presepe;

un uomo che sta dicendo addio per sempre alla sua donna;

una terapia anti-age con inarrestabili e devastanti effetti collaterali;

una nonna che svela finalmente la verità dietro alla storia di Cappuccetto Rosso;

una ragazza con un lavoro qualsiasi che sogna di fuggire lontano;

una vecchia che stringe un patto col Diavolo,

ma sarà ben presto il Diavolo a pentirsene…

 

Tutto questo è NarrAgenda,

un’idea che coniuga la praticità di un’agenda,

con date e mesi nelle pagine dispari,

al fascino della lettura, con un testo nelle pagine pari:

cinquantatré brevi storie per cinquantatré settimane,

con opere originali di cinquantatré penne diverse,

tra le quali spiccano Marco Buticchi, Gianluca Mercadante,

Angelo Marenzana e Gianluca Morozzi.

 

Euforica e inquietante, assurda e monotona, terribile e magnifica: così è la vita di tutti i giorni, questo ciò che NarrAgenda racconta.

Per trasformare la storia quotidiana in narrazione.

 

NarrAgenda è un’idea Delmiglio Editore

 

ecco i titoli dei racconti in ordine di pubblicazione con i rispettivi autori:

 

Il giorno perfetto per me, Francesca Brotto

Di stretta competenza, Giuseppe Di Pace

Mentre tu stai morendo, Toti Naspri

Speciazione e variazioni geniche, Vittorio Rioda

White, Nicola Ruffo

Ragazza di febbraio, Giulia Abbate

Il mare, d’inverno, Simona Cremonini

Un mezzo secolo, Gelmino Tosi

Cosa ci faccio qui?, Angelo Marenzana

Don Eusebio, Nicoletta Petrolini

Per amore di Marta, Gianluca Morozzi

Colpa della primavera, Paola Brighenti

In viaggio, Bona Fiori

Carenza d’affetto, Federico Bailo

Seconda primavera, Elisa Bertoletti

Acquarello, Armando Malenotti

Singola per due, Cecilia Biggi

Un dono speciale, Marco Buticchi

Era di maggio, Clara Spada

Il gigante e la bambina in Sicilia, Roberto Rossetti

Al di là del grande buio, Vittorio Piccirillo

Tieniti l’anima!, Enrico “Nebbioso” Martini

Riflessioni, Roberta Tosi

Il gatto di Schrödinger, Marta Benali

Magniloquenza, Max Isolan

Donna, Federica Belleri

Il convegno, Angela Pooli

Il flauto giallo, Francesco Brandoli

Una questione di etica, Emanuele Delmiglio

Vita bassa, Elena Paroli

In coda, Chiara Reggiani

Il re della montagna, Oskar Felix Drago

La Milletré, Sergio Di Martino

Una mosca al telefono, Cristina De Bernardis

Rivedersi in agosto, Francesco Lavagnoli

Traje de Luz, Paolo Campana

La principessa, Gegi Guasconi

La busta inaspettata, Michele Faustini

Alla frutta, Luca Lonardelli

Francesco e il lupo, Federico Fuggini

L’ultima foglia, Giuliana Borghesani

Altro tempo, Raffaele Serafini

Napoleone, Maria Ordinario

1994, Daniele Furia

Come al solito, Italo Bonera

Aspirante liutaio, Alessandra Palmacci

Celeste, Maurizio Silvestri

Il sapore della libertà, Elisa Podestà

Un velo leggero, Lilli Turco

Scottava, Luigi Nalli

Un altro bicchiere, Valentina Venturi

Call Center Presepi, Gianluca Mercadante

Cambio di stagione, Emilio Crescini