Fantasticando

Siamo giunti alla quinta edizione del Concorso Fantasy che di anno in anno ha visto premiare alunne e alunni della scuola secondaria di primo grado A.Caperle di Verona, scrittrici e scrittori in erba appassionati del genere. I primi ringraziamenti vanno proprio a loro che hanno dato vita a storie originali, appassionanti e creative.

In questo libro troverete 40 racconti che si sono distinti nell’ambito dell’ormai tradizionale concorso, frutto di uno straordinario lavoro di docenti e alunni.

Io mi chiamo Giordi

Quando Giordi, il primo giorno di scuola, riceve un tema dal titolo ‘Chi sono io’, comincia un viaggio nella sua personalità colorata ma anche complicata.

Giordi è un bambino con la sindrome di Asperger: strano agli occhi degli altri, lasciato ai margini della vita sociale, non compreso.

Nel suo tema riesce a illustrare tutte le caratteristiche che lo rendono un ‘bambino diverso’, e nella frase finale rivela che per lui la vita quotidiana rappresenta spesso un caos ingestibile e che gli piacerebbe che gli altri lo aiutassero ad affrontarlo.

Quando poi il suo tema viene perduto e fortunatamente ritorna a Giordi dalle mani di un personaggio misterioso che sembra conoscere bene i bambini come lui, gli vengono consegnate dieci regole. Un Decalogo di aiuti e strategie che potranno aiutarlo a sentire meno il peso di questo ‘caos’, e soprattutto, a fare della compagnia degli altri un motivo di felicità.