L’ultimo dribbling di Capitan Salgari

di Darwin Pastorin
Order Ricordi autobiografici tra Salgari e il calcio

“Dello scrittore veronese Pastorin confessa di aver letto, e di leggere ancora, tutti i romanzi. Dapprima bambino, assieme alla mamma in Brasile, ora con il figlio Santiago a Torino, in una ininterrotta staffetta familiare: la stessa che non ha mai cessato, attraverso generazioni di lettori bambini e poi adulti per altri bambini, di rinverdire la fortuna del Capitano, a dispetto dei tanti storici e critici della letteratura che, pur con l’amatissima Tigre opportunamente nascosta sotto il cuscino, continuano a storcere il naso davanti alle pagine di questo autore capace di far sognare e divertire come rarissimi altri sono riusciti a fare”. Mario Allegri
“Nel suo lungo viaggio verso l’Italia, Darwin Pastorin porta i ricordi di un paese stupendo: il Brasile e la sua musica, i grandi narratori, la passione per il “pallone”, il gioco più bello del mondo. Ha con sé anche qualcosa di speciale: i meravigliosi racconti di uno straordinario sognatore, Emilio Salgari, uno scrittore che gli ha lasciato nell’anima un segno indelebile. Un compagno di viaggio che non l’ha mai abbandonato, che gli ha insegnato il coraggio, la temerarietà, la giustizia… Ha appreso subito a distinguere la sottile linea che separa il male dal bene, l’importanza dell’amicizia, la passione travolgente dell’amore, la solidarietà disinteressata, gli ideali puri in cui credere e per i quali spendersi e battersi.
Messaggeri liberi di questi “valori”, parola ormai ingiustamente desueta, sono gli eroi, i protagonisti dei migliori romanzi di Salgari: Sandokan, Yanez, Il Corsaro Nero…”                        Claudio Gallo e Sonia Salgari

Aggiungi al carrello:

Order Ricordi autobiografici tra Salgari e il calcio
Be Sociable, Share!